18 febbraio 2016

Colposcopia, Pap-test anomalo, HPV Come curarsi?

Colposcopia, Pap-test anomalo, HPV Come curarsi?
Leggi la NOSTRA GUIDA

Vieni a trovarci - Clicca QUI

Il PAP-test è un esame semplice, consente di individuare e, quindi curare, lesioni pre-tumorali anche molto piccole del collo dell'utero che possono essere presenti in assenza di sintomi, eseguito dal ginecologo o dall'ostetrica.

Come si esegue il Pap-test?
Quanto tempo occorre per eseguire un pap-test?
Si preleva un piccolo campione di cellule di sfaldamento dal collo dell’utero per via vaginale: il campione raccolto è analizzato poi al microscopio. L'esame dura 5-10 minuti. Si usano un piccolo divaricatore (speculum) per vedere il collo dell’utero, una spatolina e uno spazzolino per raccogliere le cellule. Il materiale che viene usato è sterile e monouso (adoperato una volta sola e poi buttato).



L'esecuzione del Pap-test è dolorosa?
No. Si può avvertire soltanto un leggero fastidio quando si inserisce in vagina il divaricatore (speculum) e si striscia la cervice uterina con la spatolina e lo spazzolino.

Dopo è possibile che si verifichino sanguinamenti?
Un lieve sanguinamento dopo l’esecuzione del PAP test è frequente, ma non deve preoccupare, un ginecologo con una buona tecnica può ridurre la probabilità.

Che cosa è la colposcopia?
La colposcopia è l' esame ambulatoriale che permette, utilizzando uno strumento chiamato colposcopio, di osservare direttamente la cervice uterina, di individuare eventuali lesioni del tessuto della cervice e di fare i necessari trattamenti.

Quale è il motivo che consiglia di eseguire direttamente una colposcopia dopo l’esecuzione di un PAP test di screening?

Il motivo è il riscontro nel PAP test di cellule anormali.

La colposcopia è dolorosa?

No, la colposcopia non è dolorosa e non comporta nessun disagio in più rispetto ad un semplice  PAP test.


Quali sostanze si usano in colposcopia?

Durante la colposcopia vengono utilizzati ac.acetico diluito e lugol, due coloranti che evidenziano le lesioni colposcopiche, valutate poi dal ginecologo ingrandite.